Assistenza rapida (in inglese Quick Assistant) è un'app presente in Windows 10 fin dalla versione Anniversary Update (1607). Tramite questa applicazione è possibile offrire e/o ottenere assistenza per risolvere i problemi del PC. Esistono diversi prodotti in commercio per poter fare la stessa cosa (cito i famosi Teamviewer, LogMeIn, Anydesk, Ammyy, ecc.) ma tutti richiedono l'installazione di un client. L'app Assistenza rapida è invece disponibile in maniera predefinita in Windows 10 ed è facilissima da utilizzare. Se volete ottenere o concedere assistenza, vi basterà digitare nel menù Avvio la parola assistenza e dopo l'avvio dell'apllicazione scegliere se consentire a qualcuno di aiutarvi oppure di aiutare un'altra persona tramite una connessione remota.

 

 

 

Figura 1: Lancio dell'applicazione Assistenza rapida

 

Se volete offrire aiuto è necessario che prima vi autentichiate con il vostro Microsoft Account. Se non ne possedete uno, potete crearne uno direttamente dalla schermata di accesso dell'applicazione. Chi invece verrà aiutato non è necessario che abbia un Microsoft Account.

 

 

 

Figura 2: Accesso all'applicazione con il Microsoft Account

 

Dopo esservi autenticati potrete comunicare il codice che appare nella schermata di Assistenza rapida alla persona da aiutare e al cui dispositivo vi volete connettere. Potete comunicarlo tramite telefono o tramite chat, oppure inviargli una mail.

 

 

 

Figura 3: Codice da comunicare alla persona a cui volete fornire aiuto

 

Chi vuole ricevere aiuto dovrà lanciare anche lui l'app Assistenza rapida ed inserire il codice di sicurezza che gli avrete comunicato.

 

 

 

 

Figura 4: Chi vuole ricevere aiuto inserisce il codice comunicato dall'assistente

 

A questo punto chi vuole ricevere aiuto deve attendere che l'assistente decida di prendere il controllo del computer oppure decida di connettersi in modalità solo visualizzazione.

 

 

 

Figura 5: Chi ha richiesto aiuto rimane in attesa che l'assistente decida di prendere il controllo del computer oppure decida di connettersi in modalità visualizzazione

 

 

 

Figura 6: L'assistente, una volta effettuata la connessione, decide di prendere il controllo del computer oppure connettersi in modalità visualizzazione

 

Se l'assistente ha deciso di prendere il controllo del computer remoto, a chi ha bisogno di aiuto apparirà una schermata in cui dovrà consentire il controllo

 

 

 

Figura 7: Chi ha bisogno di aiuto dovrà consentire il controllo del proprio PC

 

Una volta avviata la sessione di condivisione dello schermo e di controllo remoto, chi offre supporto potrà visualizzare il desktop dell'utente remoto e tramite, una serie di opzioni nella parte alta dello schermo, avrà la possibilità di interagire con l'utente da assistere.

 

 

 

Figura 8: Connessione effettuata e strumenti per la gestione del supporto

 

Conclusioni

 

Assistenza rapida (Quick Assist) è un ottimo strumento per fornire supporto agli utenti che utilizzano Windows 10. La creazione di sessioni remote richiede pochi secondi ed è estremamente facile. Essendo uno strumento integrato in Windows 10 non è necessario richiedere di scaricare o di installare software all'utente da assistere. Ottimo!

 

 

 

Oggi mi è stato comunicato che dal 1 gennaio 2020, per i successivi due anni, sarò un Microsoft Certified Trainer (MCT) Lead per l’Italia. Si tratta di un traguardo molto ambito che mi vede, dopo 15 anni di esperienza da trainer MCT, finalmente coinvolto in prima persona nell’organizzazione di eventi per trainer MCT e nella possibilità di dare input e suggerimenti per migliorare il programma, in stretta collaborazione con Microsoft.

I Microsoft MCT sono un gruppo esclusivo di esperti mondiali in formazione tecnica Microsoft e rappresentano la garanzia di ottenere sempre il massimo livello di esperienza e conoscenza durante i corsi ufficiali.

Sono davvero lusingato di aver ottenuto questo riconoscimento e di essere parte di questa selezione di circa 80 persone al mondo.

 

 

 

 

 

Gioved' 2 Ottobre terrò una sessione presso la POWERCON2019, conferenza organizzata a Bari dalla community ICTPower in collaborazione con Accademia del Levante.

Vedremo, all’inizio, le modifiche che Windows 10 ha introdotto per quanto riguarda la distribuzione e gli aggiornamenti del sistema operativo; questo nuovo approccio permette un livello di sicurezza costante, lasciando agli amministratori IT le tempistiche di rilascio.

Continueremo con la suite Windows Defender Security Center, che ora è uno strumento completo di protezione per garantire la sicurezza dei dati personali e quelli della nostra azienda. Scopriremo cosa viene messo a disposizione dal sistema operativo per tenere lontano malware e proteggere il nostro lavoro.

Io vi parlerò di Passwordless Authentication e vedremo qual è lo stato dell’arte della passwordless authentication e analizzeremo le diverse funzionalità offerte: Windows Hello for Business, Microsoft Authenticator app e FIDO2 Security Keys.

L'autenticazione sicura senza password è ormai una realtà! WebAuthn, un nuovo standard pubblicato dal W3C, insieme alle specifiche FIDO2, ci permettono di autenticarci in maniera più semplice e molto più sicura. Il supporto di Microsoft all'accesso senza password di Windows 10 tramite Azure Active Directory significa che presto centinaia di milioni di utenti potranno sperimentare la comodità dell'accesso passwordless a un livello di sicurezza superiore rispetto alla tradizionale combinazione di password e autenticazione a più fattori (MFA).

 

Agenda

15:00 – 15:15 Registrazione all’evento
15:15 – 15:30 Apertura e saluti
15:30 – 16:30 Windows 10, la sicurezza al centro
(Vito Macina, Microsoft MVP)
16:30 – 16:45 Break
16:45 – 17:45 Windows Defender dall’end-user all’enterprise
(Gianluca Nanoia, Microsoft MVP)
17:45 – 18:00 Break
18:00 – 19:00 Go Passwordless
(Nicola Ferrini, Microsoft MVP)

 

Per le iscrizioni potete fare riferimento a questo modulo online https://forms.gle/VmgLUZGgdbtPDiaB9

 

Vi aspettiamo a Bari!

 

Nic