Micht Tulloch ha pubblicato la seconda edizione del suo libro Understanding Microsoft Virtualization Solutions. Questa nuova edizione è stata aggiornata per contenere tutte le novità di Windows Server 2008 R2. In particolare nel capitolo 4 vengono affrontati i vantaggi di App-V 4.6 per i Remote Desktop Services. L'ebook è gratuito e può essere scaricato dal seguente link http://blogs.msdn.com/b/microsoft_press/archive/2010/02/16/free-ebook-understanding-microsoft-virtualization-r2-solutions.aspx . Buona lettura!

In questo articolo vedremo in che modo sia possibile usare il Microsoft Application Virtualization (App-V) Sequencer per poter rendere un'applicazione virtualizzata.

Microsoft Application Virtualization (App-V) permette di distribuire e gestire le applicazioni sui client della nostra rete senza la necessità di doverle installare localmente. In questo modo è possibile ridurre il numero delle operazioni legate proprio alla gestione delle applicazioni, al testing, agli aggiornamenti e al supporto help-desk. Le applicazioni girano in un ambiente virtualizzato che si integra con il sistema operativo, senza "sporcarlo", e permettendo addirittura di far girare versioni diverse dello stesso software contemporaneamente, nonostante possano essere incompatibili.